Il Cammino Viaggi Italy Golf
Riolo Golf Club La Torre
Home / Golf Club / Regolamento

Regolamento

Previous page [Alt + B]Add to FavoritesPrint this page

Regolamento

PREMESSA e TERMINI
Il Golf Club La Torre è un circolo sportivo dove i frequentatori trovano il loro momento aggregante principalmente nel gioco del golf.
Il presente regolamento, approvato dalla società di gestione dell’impianto golfistico, ha lo scopo di regolamentare e salvaguardare le modalità ed i principi di utilizzo della struttura al fine di renderla godibile ed agevolare le relazioni sociali tra gli utenti.
Associati e frequentatori hanno diritto all’utilizzo del circolo sia che svolgano un'attività ludico-sportiva o che ne svolgano una agonistico-sportiva senza prevaricazioni da parte di un'attività sull'altra.
Tutti sono tenuti alla scrupolosa osservanza del regolamento in vigore, nella lettera e nello spirito.
ASSOCIATI (GIOCATORI): Sono associati coloro che frequentano il circolo ed utilizzano i servizi dietro pagamento di una quota annuale.
ASSOCIATI FAMILIARE: Sono associati familiari coloro che frequentano il circolo ed utilizzano i servizi dietro pagamento di una quota annuale e che hanno un grado di parentela di primo grado con un associato.
FREQUENTATORI (NON GIOCATORI): Sono frequentatori (NON GIOCATORI) coloro che utilizzano, dietro pagamento di una quota, i seguenti servizi del circolo: parcheggi, bar, ristorante, sale associati, spogliatoi e piscina. Sono esclusi dall’utilizzo tutte le aree di pratica ed il percorso di gioco.
OSPITI: sono ospiti coloro che utilizzano i servizi della struttura dietro pagamento della relativa quota giornaliera.

Art. 1 - NORME GENERALI
Il comportamento di associati, frequentatori e ospiti,deve essere adeguato alle esigenze di una convivenza civile, rispettoso delle altrui esigenze e conforme alle norme della buona educazione.
Non è perciò consentito usare toni di voce che disturbino i presenti o linguaggio sconveniente. Un corretto comportamento potrà inoltre consentire la migliore utilizzazione e conservazione degli impianti e delle attrezzature.
Il circolo non ha alcuna responsabilità per eventuali infortuni o inconvenienti di qualsiasi natura che possano colpire gli utenti delle strutture ed i relativi impianti, o nello svolgere le varie attività sportive e sociali. In particolare il circolo non risponde per indumenti, oggetti o valori sottratti, mancanti o scambiati in tutte le aree interne ed esterne. Il circolo non é responsabile della custodia dei beni di proprietà dei frequentatori cui compete il dovere di vigilanza.
I minori sono ammessi agli spazi dell’impianto sotto la responsabilità e controllo dei genitori o di chi ne fa le veci, ai quali compete l’obbligo della sorveglianza costante. Nel caso in cui tale sorveglianza non venga esercitata e si arrechi disturbo la direzione può allontanare dalla struttura e senza indugio i minori che recano disturbo.
L'accesso ai servizi ed agli impianti del circolo é normalmente consentito nei seguenti orari:

Gennaio:                                              dalle 10.00 alle 17.00
Febbraio:                                             dalle 09.30 alle 17.30
Marzo:                                                 dalle 09.00 alle 18.00
Aprile - Settembre:                               dalle 09.00 alle 18.00
Ottobre:                                               dalle 09.00 alle 18.00
Novembre:                                           dalle 09.30 alle 17.30
Dicembre:                                            dalle 09.30 alle 17.00


Nelle giornate di gara, indipendentemente dagli orari di apertura in vigore, tutti i servizi del Club verranno aperti almeno mezzora prima della partenza della gara.
Gli orari potranno subire variazioni in base a particolari esigenze, stabiliti della direzione. Farà comunque fede quanto indicato nella bacheca della segreteria.
I frequentatori sono pregati di evitare pressioni sul personale per la modifica occasionale degli orari stabiliti. Eventuali suggerimenti o proposte per varianti agli orari previsti dovranno essere inoltrate esclusivamente alla direzione.
Non è previsto giorno di chiusura, ad eccezione ristorante che potrebbe non essere attivo nella giornata del lunedì.
La direzione, qualora lo ritenesse opportuno, potrà modificare i periodi di chiusura del circolo sia per quanto riguarda le giornate che gli orari.
Associati, frequentatori e ospiti non possono rivolgersi direttamente ad un dipendente del circolo, ma dovranno rivolgersi alla direzione, richiedendone l'intervento. Eventuali reclami, lamentele o proposte sui servizi dovranno essere avanzate in maniera circostanziata alla direzione.
Gli associati potranno invitare al circolo persone di loro conoscenza, purché non si tratti di persone a cui l’associazione sia stata respinta, che siano state espulse o dichiarate non gradite, previo pagamento dei servizi richiesti.
Gli associati ed i frequentatori sono pregati di non accedere ai locali di servizio ad uso del personale (uffici, cucine, ripostigli, etc.).
I servizi e le gestioni del club non attuano la concessione di credito oltre il giorno stesso dell’usufrutto del servizio o del consumo del bene.

Art. 2 - AMMISSIONE DEGLI ASSOCIATI (GIOCATORI E NON GIOCATORI)
Coloro che desiderino essere ammessi al circolo quali associati dovranno sottoscrivere una domanda di ammissione nella quale dovranno indicare le proprie generalità, il domicilio valido, anche telefonico ed elettronico, per ogni comunicazione inerente l’attività del circolo, nonché precisare, ove familiare di associato, il rapporto di parentela con questi. Resta ferma anche per i familiari degli associati l'assunzione da parte di questi dell'onere personale di pagamento delle quote dei familiari. La domanda d'ammissione ad associato da parte di persona di minore età dovrà essere sottoscritta dall'esercente la patria podestà su di essa.
L’aspirante associato, all’atto dell’iscrizione, dovrà versare la quota nelle modalità previste. Tale importo sarà incassato inizialmente a titolo di caparra. Entro il giorno 28 di febbraio, dell’anno di riferimento, la direzione emetterà la delibera dell'ammissione. In caso positivo la caparra si intende versata quale quota annuale (o parte di essa in caso di rateizzazione dell’importo), in caso contrario la direzione si impegna a rendere immediatamente la caparra senza interessi aggiuntivi.
La direzione determinerà per ogni anno le quote associative e le relative tariffe dei servizi. L’associato è tenuto ad effettuare il pagamento nelle modalità e nei tempi stabiliti. Le modalità ed i tempi stabiliti saranno comunicate dalla direzione e disponibili presso la segreteria del circolo.
In caso di mancato pagamento nei termini stabiliti sarà inibita la frequenza al circolo e l’utilizzo dei relativi servizi suoi servizi.

Art. 3 - AMMISSIONE DEGLI OSPITI
Possono essere ammessi ad usufruire dei locali e degli impianti sportivi del circolo, previo pagamento del green fee, o relativi servizi, i giocatori di altri circoli di golf italiani o stranieri e tutti coloro ritenuti idonei dalla direzione.
Nei giorni feriali l’ammissione al campo da gioco è liberamente consentita a tali giocatori. Nei giorni di sabato, domenica e festivi l’accesso al campo di giocatori ospiti sarà regolamentato dalla direzione.

 Art. 4 - CAMPO DI GIOCO
Il campo di gioco sarà aperto secondo gli orari stabiliti dalla direzione, associati e ospiti potranno accedervi a meno che particolari condizioni non ne consiglino la chiusura totale o parziale onde proteggerlo da danni o degradi.

 Art. 5 - COMPORTAMENTO DEI GIOCATORI SUL CAMPO.
Si fa obbligo a tutti i giocatori di conoscere e rispettare le regole del gioco e le norme di comportamento recepite nel Libretto delle Regole del Golf della F.I.G.

 Art. 6 - CURA DEL PERCORSO
Le zolle erbose sui fairways, sollevate o asportate dai colpi, devono essere rimesse immediatamente a dimora e pressate col piede.
I pitch-marks vanno riparati, soprattutto sui greens e sugli avantgreens, onde evitare danni al tappeto erboso.
I giocatori devono assicurarsi, quando appoggiano la bandiera sul green, di non danneggiarlo e che né loro né i loro portabastoni danneggino la buca, fermandovisi vicino, nel tenere la bandiera o nel rimuovere la palla dalla buca. La bandiera deve essere accuratamente ricollocata nella buca prima che i giocatori lascino il green; i giocatori non devono danneggiare il green appoggiandosi sui putters, specialmente quando tolgono la palla dalla buca.
I giocatori prima di abbandonare un green devono controllare che lo stesso non presenti segni lasciati dai chiodi delle scarpe.
Prima di lasciare un bunker i giocatori devono livellare tutte le tracce lasciate, e il rastrello va infine messo in modo che non ostacoli i giocatori che seguono.
E' proibito transitare e/o posteggiare i carrelli e le sacche sui green, sui tees di partenza, sugli avantgreens e tra green e bunker. Sacche e carrelli vanno lasciati ai lati e mai davanti ai greens.
E' consentito eseguire movimenti di pratica sul tee di partenza senza arrecare danno al tappeto erboso.
Nessun rifiuto deve essere gettato in campo ma depositato negli appositi cestini.
Sul campo è consentito esclusivamente l’utilizzo di scarpe da golf con soft spikes, non sono ammessi chiodi tradizionali.

 Art. 7 - NORME DI COMPORTAMENTO SUL CAMPO DA GIOCO
I giocatori devono tenere, lungo il percorso, un comportamento corretto e non rumoroso.
I giocatori devono evitare di apportare danni al campo, particolarmente sulle partenze, staccando le zolle nel fare movimenti di pratica.
Solamente al giocatore ed al suo caddie è concesso, durante le partite, di camminare sul green.
I non giocatori e gli invitati possono camminare, a proprio rischio e pericolo, sui campi di gioco, con doverose cautele e in modo da non intralciare il regolare svolgimento del gioco, seguendo le disposizioni che verranno emanate dalla direzione.
E' severamente proibito ai bambini transitare sul percorso durante lezioni, gare e/o nel caso di particolari iniziative.
I giocatori in partita match play di campionato hanno diritto di precedenza su tutti.
Quando il gioco di una buca è terminato i giocatori devono immediatamente lasciare libero il green.
Le partite con più di quattro giocatori devono essere previamente autorizzate dalla direzione ed i giocatori in tale caso dovranno cedere il passo a tutti gli altri giocatori.
Sul green, quando un giocatore sta puttando, gli altri, eccetto chi custodisce la bandiera, devono tenersi a debita distanza sia dal giocatore che dalla buca, non muoversi e non parlare.
Durante le gare, tra la 9^ e la 10^ buca, è proibito attardarsi nella club-house o al bar.
 Per l’importanza, sia di principio che funzionale, si adotta integralmente quanto prescritto dal Libretto "Le Regole del Golf" - Sezione 1 - Etichetta

Art. 8 - ATTIVITA’ SPORTIVA.
Il circolo adotta tutte le normative e regole sportive emanate dalla F.I.G. 
La gestione dell’attività sportiva è affidata alla direzione.
Per gestione sportiva si intende:
a) sovrintendere a tutte le attività sportive che concernono la pratica del golf sui campi del circolo e stabilire le eventuali Regole Locali;
b) svolgere il ruolo di Commissione Vantaggi;
c) organizzare tutte le gare del circolo predisponendo il calendario gare;
d) decidere la partecipazione o meno di squadre o di singoli giocatori in rappresentanza ufficiale del circolo a gare nazionali od internazionali e procedere alla scelta e alla convocazione dei giocatori;
e) curare il rispetto delle Regole del Golf e delle Regole Locali, nonché delle norme di comportamento dei giocatori sul campo, previste dal presente Regolamento, comminando, in caso di infrazione di esse da parte dei giocatori, le sanzioni previste dal presente Regolamento;
f) attuare iniziative in tema di sviluppo dell'attività sportiva;

Art. 9 - VANTAGGI e PRINCIPIANTI
Le assegnazioni e variazioni dei vantaggi sono regolamentate dalla Commissione Vantaggi secondo il metodo adottato dalla F.I.G..
Un giocatore è "classificato" quando ha acquisito un hcp; egli ha la possibilità di giocare sul campo e partecipare alle gare;
Un giocatore è "non classificato" quando ha ricevuto la “carta verde” e superato l’esame delle regole ma non ha ancora acquisito un hcp.
Il giocatore non ancora in possesso della “carta verde“ potrà accedere al percorso accompagnato dal Professionista o da giocatori classificati.
I principianti in possesso di carta verde saranno quindi autorizzati dal Professionista e/o dalla direzione ad accedere al percorso di gioco.

Art. 10 - GARE ED ISCRIZIONI
I giocatori partecipanti alle gare organizzate dalla direzione e a tutte le gare di calendario hanno la priorità di gioco.
La direzione, in occasione di gare con numero di concorrenti particolarmente alto, per condizioni di praticabilità di campo e/o opportunità potrà vietare il gioco ai non iscritti alla gara.
I non iscritti alla gara potranno eventualmente usufruire del percorso solo dopo nulla osta della direzione e dovranno attenersi scrupolosamente alle disposizioni impartite.
Il giocatore è iscritto alla gara quando il suo nome risulta pubblicato nella griglia di partenza ufficiale.
L'iscrizione alla gara comporta il pagamento della relativa quota gara prima della partenza.
Si fa obbligo a tutti i giocatori di prendere atto delle disposizioni che la direzione comunicherà: orari di partenza, regole locali, risultati, etc....
Gli abbinamenti e gli orari della griglia di partenza di gara saranno a discrezione della direzione.
Compatibilmente con le necessità della gara, la direzione, nella compilazione degli orari di partenza, potrà eventualmente tenere conto dei desideri dei partecipanti preventivamente segnalati alla segreteria.

Art. 11 - SCORE
Alla fine di ogni buca il giocatore è tenuto a dichiarare i colpi effettuati, anche se non richiesto, al marcatore.
Al momento del controllo dello score si consiglia al giocatore di leggere i propri risultati al marcatore e non viceversa.
Non ci si deve attardare sul green per segnare lo score.

Art. 12 - PROFESSIONISTI ED ASSISTENTI
Le lezioni prenotate con i Professionisti o con gli Assistenti, se non disdette 24 ore prima, dovranno essere ugualmente pagate.

 Art. 13 - CONTROVERSIE
Tutte le controversie che possono sorgere in merito al gioco ed alle sue regole saranno decise dalla direzione ed, in seconda istanza, dalla Federazione Italiana Golf.

 Art. 14 - CAMPO PRATICA
In campo pratica i praticanti si atterranno alle disposizioni che la direzione impartirà riguardo le zone da dove è consentita la pratica.
I box sul campo pratica sono riservati con precedenza al Professionista ed all'Assistente.
Il campo pratica è diviso in più settori; è proibita la pratica di due giocatori nello stesso settore o al di fuori della delimitazione dei settori.
E' severamente proibito giocare le palline del campo pratica al di fuori dello stesso.
Dopo la pratica i giocatori sono obbligati a riportare vicino alla macchina distributrice i cestini.

 Art. 15 - GOLF CART
I giocatori sono tenuti ad osservare strettamente le norme emanate per regolare la circolazione dei golf carts.
E’ vietata la guida dei golf carts ai minori di 18 anni e ai non giocatori.
Per ogni golf cart possono prendervi posto solamente due persone e l’attrezzatura golfistica;
Il mezzo va guidato con estrema prudenza, senza accelerazioni o frenate improvvise, evitando zone pericolose (bordi laghi, scarpate, bunker, ecc.).
E’ assolutamente vietato transitare con il golf cart su tee, avantgreen, green e nelle loro vicinanze.
Il golf cart va condotto principalmente nelle apposite stradine. In mancanza di queste deve essere condotto in rough. L’accesso al fairway è ammesso saltuariamente ove non sia possibile l’utilizzo su strade o rought.
Il giocatore che ha in uso il golf cart sarà responsabile dei danni causati. al mezzo, al manto erboso, alle cose, ad altre persone, animali, ecc…, derivanti per propria negligenza, che gli saranno interamente addebitati;
Non è consentito l’uso di golf cart privati.
I golf cart sono utilizzabili solo previo pagamento della quota di noleggio presso la segreteria e dovranno essere riconsegnati nei tempi stabiliti, ovvero entro 2 ore e 30 minuti in caso di noleggio per 9 buche o entro 5 ore in caso di noleggio per 18 buche.
L'uso dei carts può essere limitato a seconda delle condizioni del terreno di gioco a insindacabile giudizio della direzione.

 UTILIZZO LOCALI E SERVIZI DEL CIRCOLO - NORME GENERALI
Il comportamento degli associati e delle persone che ai sensi del presente regolamento hanno diritto di frequentare il circolo, deve essere adeguato alle esigenze di una convivenza civile, rispettoso delle altrui esigenze e conforme alle norme della buona educazione. Non é perciò consentito usare toni di voce che disturbino gli astanti o linguaggio sconveniente. Un corretto comportamento potrà inoltre consentire la migliore utilizzazione e conservazione degli impianti e delle attrezzature. L'igiene e il decoro dei locali sono soprattutto affidati all'educazione, alla disciplina ed al reciproco rispetto di tutti.
La frequenza dei locali, degli impianti e dei servizi della Club House é regolamentata come segue:
a) Il piano terra (bar, ristorante, reception e servizi) é utilizzabile da tutti gli utenti.
b) Le sale al primo piano sono esclusivamente riservate agli associati ed associati familiari. Occasionalmente, solo dietro autorizzazione della direzione, potranno accedere alle sale del primo piano ospiti degli associati.
E' fatto assoluto divieto frequentare le sale del circolo ed il ristorante indossando costume o indumenti da bagno. Specificatamente si precisa che é d'obbligo un abbigliamento decente e consono alle normali regole di comportamento. E' espressamente vietato l'accesso alle zone interne al circolo: a torso nudo o in canottiera, costume da bagno ed abbigliamento balneare in genere. Eccezione fatta per gli spogliatoi e la piscina per cui vige regolamento a parte. E’ vietato fumare all’interno di tutti i locali.
Non si risponde per indumenti, oggetti o valori sottratti, mancanti o scambiati nei locali del circolo.
E' consentito il gioco delle carte. E' tassativamente e severamente proibito praticare tutti i giochi d'azzardo e comunque qualsiasi gioco in cui ricorra il fine di lucro; la vincita o la perdita devono essere interamente aleatorie. L'infrazione di questa "regola" costituisce grave violazione.
La direzione del circolo effettuerà la sorveglianza sulle strutture e sull'osservanza del presente regolamento. La direzione può incaricare una o più persone ad invitare associati e frequentatori al rispetto delle norme del regolamento.
E’ fatto divieto l’apporto di bevande e alimenti dall’esterno.

 Art. 16 - SPOGLIATOI
Il circolo dispone di appositi spogliatoi divisi tra uomini e donne.
L’uso degli spogliatoi è riservato agli associati, agli associati familiari, ai giocatori e agli ospiti che hanno regolarizzato la quota relativa ai servizi.
Eventuali borse devono essere depositate in modo da non intralciare il passaggio dell’utenza.
E’ vietato lavare le scarpe all’interno dei lavandini.
All’interno degli spogliatoi sono disponibili armadietti ad uso personale: l’utilizzo, in funzione della disponibilità, è consentito previa assegnazione da parte della direzione e pagamento della relativa quota di noleggio annuale.
La società di gestione non ha alcuna responsabilità per eventuali mancanze, anche se all’interno degli armadietti. Si sconsiglia, pertanto, il deposito di oggetti di valore all’interno degli stessi.

Art. 17 - PISCINA
La piscina, condizioni meteo permettendo, sarà aperta da giugno a settembre, seguendo gli orari del circolo.
L’accesso alla piscina è consentito agli associati, agli associati familiari ed a chi ha regolarizzato il pagamento della quota di accesso presso la segreteria.
L’accesso alla piscina consente l’utilizzo di lettini ed ombrelloni fino ad esaurimento.
Non è consentita l’occupazione di lettino e ombrellone oltre la permanenza in piscina.
E’ vietato effettuare tuffi e fare apnea e per i minori vige il regolamento previsto nelle norme generali.
Il comportamento degli associati e delle persone che ai sensi del presente regolamento hanno diritto di frequentare la piscina, deve essere adeguato alle esigenze di una convivenza civile, rispettoso delle altrui esigenze e conforme alle norme della buona educazione. Non é perciò consentito usare toni di voce che disturbino gli astanti o linguaggio sconveniente. Un corretto comportamento potrà inoltre consentire la migliore utilizzazione e conservazione degli impianti e delle attrezzature. L'igiene e il decoro dei locali sono soprattutto affidati all'educazione, alla disciplina ed al reciproco rispetto di tutti.

Art. 18 - PARCHEGGIO
Veicoli a motore, motocicli e cicli in genere dovranno percorrere la viabilità stradale e potranno essere parcheggiati solo negli appositi spazi. È vietato quindi percorrere le zone pedonali e le aree riservate al gioco. I veicoli a motore dovranno procedere ad andatura ridotta essendo le stesse strade interne utilizzate anche da golf cart, biciclette, pedoni e giocatori in genere. È vietato guidare in modo pericoloso e rumoroso e suonare il clacson, se non in caso di assoluta necessità.
E' fatta eccezione per i veicoli autorizzati o in situazioni di emergenza.

Art. 19 - SALA DEPOSITO SACCHE
Il circolo dispone di appositi locali comuni per depositare la sacca ed il carrello, anche elettrico. Non è ammesso il deposito di una seconda sacca, pertanto ogni associato dovrà preoccuparsi di rimuovere quanto in eccesso. La manutenzione di queste attrezzature è a carico degli associati.
Ognuno deve provvedere personalmente a collocare ordinatamente la propria sacca da golf nell’apposito locale, per evitare di ostruire i passaggi comuni.
Sono disponibili box a noleggio, anche dotati di presa per ricarica della batteria dei carrelli. Il noleggio dovrà essere versato alla società di gestione anticipatamente.
La società di gestione non ha alcuna responsabilità per eventuali mancanze, anche se all’interno dei box. Si sconsiglia, pertanto, il deposito di oggetti di valore all’interno degli stessi.

Art. 20 - INFRAZIONI E SANZIONI DISCIPLINARI
Chiunque si renda responsabile di una infrazione alle regole di gioco ed a quelle del presente regolamento, verrà deferito alla direzione.

Nel corso dell’attività agonistica, in caso di infrazione alle regole di gioco, saranno applicate le sanzioni previste dal libretto “Regole del Golf” e dalle Condizioni di gara, edite dalla F.I.G., e quanto previsto dalle regole locali.
In caso di grave infrazione alle regole del gioco saranno attivati i deferimenti alle autorità competenti della F.I.G..

Al di fuori della pratica agonistica la direzione potrà comminare ai giocatori che si rendano colpevoli di infrazioni alle norme sopra riportate e, comunque, alle norme di corretto comportamento civile e sportivo, le seguenti sanzioni:
- 1^ infrazione: richiamo verbale;
- 2^ infrazione: richiamo scritto;
- 3^ infrazione: divieto di utilizzare la struttura fino a un massimo di due settimane.
Nei casi più gravi o di ripetuta recidività la direzione ha facoltà di allontanare il giocatore dalla struttura a tempo indeterminato.

Si ritengono gravi le seguenti infrazioni:
a) mancata concessione del passo alla squadra che segue;
b) mancato rispetto della distanza della squadra che segue nei confronti di quella che precede (colpo prematuro);
c) mancata cura del percorso (non riparare i pitch-marks sui greens, non livellare con il rastrello la sabbia nei bunkers, passare con i carrelli e i golf carts sui tees, sugli avant-greens e sui greens e in quelle parti del percorso ove appositi cartelli vietino di passare, lasciare durante il gioco le sacche davanti ai greens, non rimettere a posto le zolle);
d) danni da colpi di pratica;
e) intemperanza nel comportamento (lancio di bastoni, turpiloquio, urla sul percorso e tutto quanto contrasti con l'etichetta);
f) mancato rispetto delle norme di precedenza;
g) eccessivo rallentamento del gioco (per l'esecuzione di colpi di pratica, per il ritardo nel raggiungere la propria palla o, una volta raggiuntala nell'eseguire il colpo);
h) violazione delle norme che regolano l'ammissione ai percorsi.

Art. 21 - NORME FINALI
La società di gestione ha la facoltà di modificare, ampliare o sopprimere le norme contenute nel presente Regolamento ogni qualvolta ne venga ravvisata l’opportunità o la necessità.
 Gli associati possono proporre alla società di gestione eventuali varianti alle norme del regolamento, inviando per iscritto il nuovo testo degli articoli di cui propongono la modifica e le relative motivazioni. La società di gestione si riserva di approvare o meno le modifiche proposte.
 Per quanto non contemplato nel presente Regolamento o nel caso di sue modifiche temporanee, la società di gestione emanerà, tramite la direzione, opportune comunicazioni ad associati e frequentatori, ovvero disposizioni provvisorie che saranno affisse in bacheca.
E' preciso dovere di tutti gli associati attenersi a tutte le altre disposizioni che al di fuori del presente regolamento verranno rese note di volta in volta.
 Per tutto quanto non previsto dal presente regolamento o da successive comunicazioni si fa fede al buon senso civico.